Supportata da Sony, Skybound Galactic e Fabula fanno squadra per la serie televisiva italiana «Clone»

tradotto da Variety

Skybound Entertainment e la joint venture Skybound Galactic di Sony Pictures Television stanno collaborando con la società italiana Fabula Pictures per produrre  Clone“, una serie televisiva in lingua italiana adattamento del fumetto Skybound/Image.

Il collettivo di giovani sceneggiatori italiani conosciuto come Grams, già autori della serie italiana Netflix Original “Baby”, si occuperà dell’adattamento e messa in scena della serie live action.

Il fumetto, creato da David Schulner, segue Luke Taylor, la cui vita viene sconvolta quando un uomo, identico a Luke, si presenta a casa sua con i vestiti insanguinati. Il clone informa Luke che fa parte di un gruppo di cloni che vogliono catturare sua moglie incinta ed il loro bambino non ancora nato.

Recentemente, Fabula Pictures ha prodotto per Netflix la rivoluzionaria serie italiana “Zero” con protagonisti, per la prima volta, giovani ragazzi italiani di seconda generazione. Per il gigante dello streaming è in arrivo anche il biopic “Il Divin Codino” che racconta la vita della superstar calcistica italiana Roberto Baggio.

Allo stesso modo, il progetto “Clone” è una novità per l’Italia, dove i contenuti locali di genere stanno iniziando a guadagnare terreno. Inoltre, segna anche la prima incursione internazionale per la Skybound Entertainment, fondata dal creatore di fumetti “The Walking Dead” Robert Kirkman e dal produttore David Alpert (“Invincible”). Sean Furst e Bryan Furst sono co-presidenti della divisione “Film e TV” di Skybound.

Kirkman e Alpert, così come Bryan Furst (“The Matador”), Sean Furst (“Daybreakers”) e Rick Jacobs (“Wynona Earp”) serviranno come produttori esecutivi di “Clone”, insieme ai fratelli Marco e Nicola De Angelis ed il collettivo Grams. Il progetto sarà acquistato nelle prossime settimane.

Sony Pictures Television è uno degli investitori di Skybound Galactic, che sta perseguendo co-produzioni con partner internazionali nello spazio di genere. Secondo la loro partnership, Galactic ha il diritto di second-look su tutti i progetti Skybound Entertainment IP.